Il week end al Mercato Albinelli tra motori, presentazione di libri, concerti.

Un week end pieno di eventi al Mercato Albinelli, che rimarrà aperto venerdì 17 maggio per il Motor Valley Fest, dalle 18 alle 24 e sabato 18 maggio per Nessun Dorma, la notte Europea dei Musei, dalle 16:30 all’1.

Venerdì 17 maggio nell’ambito del Motor Valley Fest, la grande festa della “Terra dei Motori” in Emilia-Romagna, dalle 19 alle 20, aperitivo con Mauro Forghieri, intervistato da Rossano Candrini , da Jarno del Vacchio e Filippo Maria Fini, rispettivamente presidente e segretario del Moto Club Modena.
Il mitico ingegnere direttore tecnico della Ferrari F1 anni 70 / 80 ricorda gli anni più belli di una carriera che lo ha portato a vivere da protagonista la trasformazione della Ferrari nella regina delle macchine da corsa: dal tecnigrafo al CAD 3D, dalla fabbrica di provincia ad un’azienda mondiale. E poi le sue esperienze nel mondo delle moto.

Sabato 18 maggio, la Notte Bianca inizia alle 17.30 con il secondo incontro di Libri al Mercato.
Si presenta Misteri lungo la Rome Francigena, Edizioni Artestampa di Emanuele Moretti, che dialoga con Marco Ranuzzi dei Bianchi, Associazione Romea, Nonantolana.
I pellegrini medievali si spostavano molto, per terra o per mare, fedeli e crociati, mercanti e banchieri, cavalieri Templari e cercatori di gloria. L’autore si trova sul tratto toscano della via Francigena perché il nonno Giuseppe l’ha avvicinato al camminare.
Il tutto è cominciato quando ha trovato una mappa su pergamena sotto al quadro della sua medaglia al valore militare. Sembrava volerlo portare a scoprire terre lontane, dove aveva combattuto ad El Alamein, poi la Toscana e l’Emilia per risalire la via Romea Francigena che lui aveva fatto tornando dalla prigionia. Da Gerusalemme alla Cornovaglia, sulla Francigena “L’uomo torna all’uomo”, avrebbe detto Kipling.

Si susseguono poi una serie di concerti a partire dalle ore 21 in via Albinelli con DIAPASONICA, giovane coro modenese, formato da una ventina di elementi che nel 2017, dopo aver trascorso i primi anni di esperienza corale nelle fila della Giovane Rossini, proseguendo in un percorso di evoluzione della propria avventura musicale, hanno preso il “La” per costruire insieme un nuovo appassionante progetto corale fondando il complesso “Diapasonica”. Fanno parte dell’Associazione Corale G. Rossini. 

Dalle 22 alle 24 si esibiscono poi Antonio Rigo Righetti, Robby Pellati e Mel Previte.
Un ritorno alle origini quello di Antonio Rigo Righetti che, dopo avere presentato il libro Schiavoni Blues sulla sua infanzia all’Albinelli, torna insieme a Robby Pellati e Mel Previte per suonare.
Ci raccontano in musica 35 anni di ricerca musicale nell’ambito della musica rock: canzoni originali di “Cash Machine”, ma anche covers selezionate, tra Otis Redding e Tom Waits, Bob Dylan e Johnny Cash.
Insieme a Rigo nella notte al Mercato, ma anche nella vita professionale da oltre 25 anni,  i suoi compagni di strada di sempre, Mel Previte alle chitarre e Robby Pellati alla batteria. I brani che propone sono di “Cash Machine”, un album di “Americana”, in cui emergono tutte le passioni del bassista e singer/songrwriter, da Dylan al blues, passando per Waits e Johnny Cash, senza però volere mai rinunciare alle proprie radici per imitare, anche solo vocalmente, modelli stranieri.  

C’è poi una storia che lega tutti i brani dell’album ed è quella che Rigo racconta nel romanzo parzialmente autobiografico “Schiavoni Blues” uscito in contemporanea con l’album pubblicato da Artestampa, una storia che è quasi una leggenda modenese, quella di suo padre Guido, del suo bar nel Mercato Coperto e di come il musicista è cresciuto ed ha scelto la sua strada, la meno scontata tra le tante possibili.

Dalle 21.30 alle 24 in via Mondatora si esibiscono i LATIN SOUL TRIO. Il progetto “Latin Soul” nasce dall’incontro di tre musicisti – Sara Marri, voce e pianoforte; Guillermo Valiente, percussioni; Andrea Terenziani, basso elettrico – di provenienze musicali diverse, che hanno cercato di fondere le rispettive esperienze alla ricerca di una sonorità originale che oscilla tra il latin jazz, il soul, l’etnica e il blues. Il repertorio comprende brani “latin” (bossa nova e samba in portoghese e canzoni in spagnolo), pezzi soul riarrangiati, e alcune canzoni originali.