Privacy Policy Una storia lunga 90 anni del Mercato storico di Modena | Mercato Albinelli

Buon Compleanno Albinelli!

Parte il progetto promosso dal Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche che vede coinvolti studenti del Liceo classico Muratori San Carlo e del Liceo artistico Venturi

Al via il progetto Buon Compleanno Albinelli! Una storia lunga 90 anni del Mercato storico di Modena promosso dal Museo Gemma del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con l’Archivio storico comunale, il Consorzio Mercato Albinelli, il Liceo classico Muratori San Carlo ed il Liceo artistico Venturi; con il contributo della Biblioteca Poletti e del Multicentro Educativo Sergio Neri e con il patrocinio del Comune di Modena.

Il progetto nasce con lo scopo di contribuire a fare conoscere le origini di questo luogo – ricco di memorie, tradizioni, cultura e il suo valore sociale e culturale, oltre che economico – agli studenti che vi prendono parte e alla cittadinanza, attraverso frammenti di storia e racconti utili per viaggiare nello spazio e nel tempo e ripercorrere le trasformazioni urbane avvenute nell’area su cui oggi sorge il Mercato, fondato nel 1931 per volere di personaggi importanti della Modena di allora, come il Sindaco Luigi Albinelli (1900-1908).

Il Mercato è uno spazio che si lascia avvicinare facilmente da insegnanti e studenti e in grado di dialogare con il patrimonio del Museo Gemma per connessioni e confronti, ma anche con altre istituzioni culturali, come l’Archivio storico, per esempio. L’Albinelli, uno dei più apprezzati mercati storici in Italia, può essere considerato un patrimonio di prossimità perché vicino al contesto delle famiglie e degli amici, alle esperienze vissute dagli studenti stessi, capace di favorire legami di affezione indispensabili per avviare un “processo conoscitivo integrato e sistemico e tracciare rotte educative in una prospettiva di sostenibilità” (Agenda 2030).

Il percorso progettuale alla scoperta del patrimonio “meno visibile” della propria città, coinvolge una novantina di studenti ed è iniziato, nella sua prima fase esplorativa, a febbraio con visite guidate del Mercato e del paesaggio urbano in cui è inserito. Sono poi seguite attività formative e laboratoriali dedicate alla consultazione di documenti, cronache, immagini, video e rappresentazioni cartografiche, che ne ricostruiscono i momenti storici principali.

Buon Compleanno Albinelli entra ora nella sua fase realizzativa – con gli studenti che procederanno a costruire un percorso di comunicazione dedicato a celebrare i novanta anni del Mercato Albinelli, in funzione delle proprie competenze e specificità, coniugando il linguaggio delle parole con quello dell’espressività grafico-pittorica. Dato il perdurare delle restrizioni sanitarie e l’impossibilità di svolgere attività in presenza, il progetto si svilupperà anche in modalità social con i contributi dei soggetti istituzionali e dei ragazzi coinvolti alle pagine Facebook @Albinelli90anni e Instagram #Albinelli90anni.

Il progetto viene presentato alla città proprio il 9 aprile in occasione della Notte Europea della Geografia, un evento che richiama fortemente il ruolo territoriale che le Università sono chiamate a svolgere con le attività di Terza Missione.

Il momento di restituzione finale delle attività e di quanto appreso dai ragazzi avrà il suo culmine in Quante storie nella storia. Settimana della didattica e dell’educazione al patrimonio archivistico, promossa dal Servizio Patrimonio culturale della Regione Emilia Romagna, in programma dal 3 al 9 maggio 2021.

Informazioni

GeoNight – Notte Europea della Geografia Venerdì 9 aprile 2021

La Notte Europea della Geografia è un’iniziativa ideata nel 2017 dal Comitato Nazionale Francese di Geografia e promossa dall’Unione Geografica Internazionale e dall’Associazione delle Società Geografiche Europee (EUGEO, www.eugeo.eu)

L’edizione italiana è patrocinata dal Coordinamento delle associazioni geografiche nazionali: Associazione dei Geografi Italiani, Associazione Italiana di Cartografia, Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici, Società di Studi Geografici, Società Geografica Italiana.

La GeoNight consiste in una costellazione di eventi in Italia, in Europa e nel mondo, che coinvolgono il grande pubblico in una diversificata varietà di iniziative per guidarli nella lettura e nell’interpretazione del territorio vissuto.

La Notte Europea della Geografia è un’iniziativa che nasce per diffondere una nuova cultura del territorio attraverso la consapevolezza di una geografia attiva e di un sapere geografico indispensabili per la formazione a “tutto tondo” dei cittadini. Tutti obiettivi che ben si collegano con la proiezione territoriale suggerita dalla Terza Missione delle Università.

Archivio Storico del Comune di Modena

L’Archivio Storico del Comune di Modena custodisce il complesso dei documenti prodotti, ricevuti o comunque acquisiti dall’ente nel corso della propria attività istituzionale, a partire dall’età comunale sino alla fine degli anni Settanta del Novecento. In qualità di istituto culturale preposto alla trasmissione della memoria storica della Comunità, garantisce la promozione, valorizzazione e pubblica fruizione del ricco patrimonio conservato. 

Gemma. Museo Mineralogico e Geologico Estense

Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, DSCG, Università di Modena e Reggio Emilia

Il Museo Universitario Gemma raccoglie un mondo incredibile di minerali, gemme, rocce e meteoriti. Un ricco patrimonio da scoprire fortemente legato alla storia della città di Modena e del suo territorio, che affonda le proprie origini nel 1786. Dalla sua riapertura al pubblico, nel 2005, il Museo si è proposto di valorizzare e promuovere il patrimonio museale di Ateneo e diffondere la cultura scientifica in stretta connessione con l’educazione al patrimonio storico e al territorio. In tempi recenti, il Museo ha rinnovato la propria missione rivolgendosi con sempre maggiore determinazione alla definizione di strategie di valorizzazione in grado di favorire nuove sinergie e prospettive di collaborazione nella realtà locale anche in una dimensione economica e sociale. Il Museo Universitario Gemma utilizza il patrimonio culturale per organizzare percorsi formativi, eventi e percorsi espositivi per le Scuole e il pubblico, anche in occasione di iniziative speciali. Per i risultati conseguiti con queste attività ha ricevuto premi e riconoscimenti.